lunedì 5 dicembre 2016

Da Pecora Nera a Pecora Solitaria...

… e pure Nera!
Era da un po' di tempo che il gregge delle Pecore Nere non partecipava ad una gara al gran completo. Pensandoci bene anche ieri non si era al gran completo: mancava la quarta pecorella, Dario, il “Mao”, ancora alle prese con i suoi problemi, di cui sembra non vedere la fine. Quello che più lo amareggia è il fatto che ogni volta che si reca dal medico gli dicono che è tutto a posto e che ci vuole pazienza, etc. etc. Gli danno pure un consiglio che sa di presa in giro: “Per non avere problemi quando si corre … basta non correre!”. Sarebbe come dire che per non avere problemi di digestione basta non mangiare. Forse il paragone potrebbe sembrare poco consono, ma per chi ha la corsa nel “sangue” calza a pennello: il non poter correre è come digiunare. Ora basta, mi sono dilungato un po' troppo, ma come dimenticare un amico che da è “digiuno” da qualche mese? Un solo augurio: “Torna presto, ti aspettiamo!”.

martedì 29 novembre 2016

Anche questa è protezione civile

In questi giorni in cui le alluvioni stanno devastando il Piemonte, si vedono in azione personale e mezzi della Protezione Civile. Le loro azioni in molti casi salvano vite umane o più “semplicemente” cercano di eliminare o quantomeno diminuire i danni provocati dal maltempo. È un buon segnale vedere che qualche volta anche nel nostro paese ci sono cose che funzionano. Nella mattinata di domenica 27, anche in provincia di Vercelli e più precisamente nella zona di Trino Vercellese e paesi limitrofi, vi era un grande spiegamento non tanto di mezzi ma di addetti della Protezione Civile a cui era affidato il compito di presidiare i paesi e le strade che li collegano. Vi state preoccupando? Protezione Civile in azione a Trino Vercellese? Ma Trino Vercellese è il paese dove c'è una centrale atomica? (vedi) O dove c'è il più grande deposito di mezzi corazzati dell'intera Europa? (vedi) Tranquilli, non sono esplosi i carri armati e non si sono verificate perdite radioattive!

martedì 22 novembre 2016

Quattro salti indietro nel tempo

Potrà sembrare strano ma domenica scorsa ho corso una “prima” in provincia di Bergamo. Si tratta della non competitiva organizzata dagli Alpini e dall'AVIS AIDO di Levate e denominata “Quater sallc coi rane”. Non che fosse una prima edizione - se non erro la manifestazione è giunta alla sesta edizione - ma per vari motivi mi era sempre sfuggita. Notizia di poco conto per trovare l'ispirazione per un post, come anche poco interesse destava il percorso quasi tutto su asfalto (molto gradito però, trattandosi di una giornata piovosa), immerso nella campagna appena fuori Bergamo, sfiorando la zona industriale di Dalmine.

lunedì 14 novembre 2016

Il vino buono conserviamolo per l'arrivo!

«Tutti servono da principio il vino buono e, quando sono un po' brilli, quello meno buono; tu invece hai conservato fino ad ora il vino buono». (Gv 2.10) Strano modo di iniziare un post su una gara di maratona. Beh, lo sapete, le Pecore nere sono tipi strani. Ma perché questo inizio? Per dire che in occasione della 18a edizione della “Maratona internazionale Ravenna Città d'arte”, gara tra l'altro valida come prova unica del Campionato Italiano di Maratona Master, si è fatto esattamente l'opposto, o meglio si è fatto quanto detto nella prima parte della citazione: “...da principio il vino buono...”.
Consegna dei pettorali di gara nello splendido Palazzo Rasponi delle Teste, nel pieno centro di Ravenna, un palazzo di recente ed ottima ristrutturazione, la cui vista valeva da sola la trasferta a Ravenna. Expo Maratona non molto affollato di espositori (beh, molti, molti di più della Maratona di Ehindoven), ma sapientemente dislocati nelle sale del palazzo, il che permetteva non solo di apprezzare gli splendidi locali, ma di avere un rapporto diretto e tranquillo con gli espositori, con notevoli vantaggi per tutte le parti.

giovedì 3 novembre 2016

Terno d'Isola: l'ultima trincea

Domenica come al solito si corre, il che mi offre la possibilità di scrivere un post, ma la prima regola (almeno quella che io mi sono dato) è di scrivere un post con argomento non banale, magari strano, alcune volte con notizie curiose riguardanti la corsa, insomma non il solito articolo: tempo impiegato, prezzo pagato, pacco gara ricevuto, etc. etc., informazioni semplici da reperire, ma che in realtà non sono di nessun interesse per chi legge. Per la corsa di domenica, la “Teremotata”, giunta alla 39a edizione, organizzata dal gruppo podistico i Teremocc de Teren, non avevo trovato l'argomento. Ebbene, ripensandoci bene, l'argomento per il post l'avevo fin da subito sotto gli occhi, solo che non l'avevo focalizzato: la corsa di per sé era l'argomento! Negli anni passati nella provincia bergamasca erano organizzate molte gare che proponevano percorsi con lunghezza di 42 chilometri ed oltre. Queste gare coprivano tutto il territorio bergamasco e tutte le stagioni. Nella bassa si correva la maratona a Verdello e Cologno al Serio: percorsi tra storia antica e campi coltivati.

lunedì 24 ottobre 2016

Correndo sui Navigli... trent'anni dopo!

Ieri si è svolta la prima edizione della Rotary Marathon dei Navigli, organizzata dal locale Rotary Club. La gara ha ottenuto il patrocinio di tutti i comuni attraversati: Abbiategrasso, Albairate, Cassinetta di Lugagnano, Gudo Visconti, Magenta, Morimondo, Ozzero e Robecco sul Naviglio, della Città metropolitana di Milano e la collaborazione di tutti gli Assessorati allo sport dei comuni stessi. Sottolineo questo fatto perché durante l'attraversamento sia dei centri abitati che delle strade più trafficate vi era una costante, presente e vigile … vigilanza a tutela dell'incolumità degli atleti. Anche nei più sperduti incroci di campagna vi erano degli addetti, che non solo indicavano la “retta via” ai maratoneti, ma avevano per tutti una battuta di incoraggiamento.

mercoledì 12 ottobre 2016

Quella maglia Runners Bergamo sudata e … dimenticata

Per la prima trasferta in Olanda per una maratona la scelta cade sulla “DLL Eindhoven Marathon” giunta alla 33a edizione. Scelta dettata per la massima parte dalla facilità con cui si può raggiungere la cittadina olandese da Bergamo tramite la più nota compagnia aerea low cost. Il primo adempimento giunti a destinazione è, come ovvio, il ritiro del pettorale di gara. Centro maratona quasi deserto ed in versione “small” solo qualche piccolo stand che vende integratori, un paio vendono scarpe ed abbigliamento sportivo, e vi sono anche alcuni promoter di maratone se non erro due anche questi. Insomma un centro maratona “spartano” come lo saranno pure i ristori in gara.

lunedì 3 ottobre 2016

Sogno o son desto?

Dopo la mezza maratona corsa in casa, trasferta bresciana quella di domenica, sempre per una mezza maratona. Buon consigliere il mal di schiena... Eccoci, io e Ferdinando, sulla linea di partenza della gara denominata “Io21zero97”, nome che sintetizza in modo esemplare la gara, organizzata dalla società ASD Corrintime. Semplice ed efficiente la logistica pre-gara: corriere già schierate sul luogo di ritrovo, con partenza appena piene. Consegna veloce e senza nessun tipo di coda dei pettorali di gara. Palestra accogliente per potersi preparare alla gara con tutta tranquillità. Entrato in palestra, ecco la prima sorpresa della giornata. Mi sento chiamare da Mario che in compagnia di Daniela si sta già preparando per la gara; loro sono atleti di rango e curano con … cura il pre-gara. Una parola su Mario e Daniela credo valga la pena di essere spesa. Mario è uno dei responsabili della mia malattia, la “maratonite”.

lunedì 26 settembre 2016

“Amò chel laur lè?”

“Ancora quella cosa lì?” (traduco per i non bergamaschi). Queste sono state le parole con cui mi ha apostrofato un mio amico alla visione della “cosa”! Ma che cos'è questa cosa? La cosa non è altro che lo striscione giallo con cui chiedo, anzi chiediamo, che sia detta la verità sulla vicenda di Giulio Regeni. Non mi dilungo sulla vicenda, che ormai credo sia nota a tutti, ma ritengo che non si debba far abbassare l'attenzione su questo fatto fino a che la verità sia stata detta. Fatti recenti stanno a dimostrare come si cerchi di minimizzare la cosa e si aspetti che i fatti passino nel dimenticatoio. Ci si ricorda di certi fatti solo a sprazzi, nella vicinanza delle elezioni per esempio, e poi tutto rimane come prima. Pessimista? Forse, ma certi fatti lo stanno a dimostrare. A marzo, per esempio, ci si ricorda di Ilaria e di Miran, assassinati più di 20 anni fa a Mogadisco. Qui la battaglia per la verità è stata condotta dalla famiglia colpevolmente lasciata sola. Di Salvatore e Massimiliano ora non si sente quasi più parlare; le foto dei nostri due marò stanno lentamente sbiadendo sulle facciate di alcuni comuni e la verità è tutta in alto mare.

martedì 20 settembre 2016

Insieme per cancellare il silenzio

Questa volta il titolo del post non è farina del mio sacco, perché riporto il motto che contraddistingue la “Maratona Alzheimer” che si è disputata ieri con partenza dal bel borgo Mercato Saraceno ed arrivo a Cesenatico. La gara è stata organizzata dall'Associazione Amici di Casa. L'organizzazione si pone come obiettivo della manifestazione non solo l'evento sportivo, ma soprattutto fornire informazioni sulla malattia ed evidenziare tutti gli aspetti ad essa connessi, pubblicizzando le azioni di supporto a chi la vive in prima persona. Non da ultimo si pone pure lo scopo di creare un fondo per sostenere economicamente la ricerca e l'assistenza. Ecco quindi un motivo in più per essere presente a questa gara. Abbinare solidarietà ed evento sportivo è cosa abbastanza usuale nei paesi anglosassoni: in molte gare l'iscrizione è subordinata alla sponsorizzazione di un ente o di un'attività benefica.