giovedì 23 ottobre 2014

Passato e presente: il cerchio si chiude!

Uno dei vantaggi di gestire un blog personale è l'assoluta libertà di scegliere gli argomenti di vari post. Nessun vincolo od obbligo riguardo l'argomento, o meglio l'unico impegno è verso la linea “editoriale” del blog stesso. Scrivere post in certi casi è come scrivere una pagina di un diario che sarà visibile a tutti; sarà poi del lettore la decisione di continuare a leggere la pagina oppure passare ad altro. Non avrei scritto questo post se durante la nostra camminata non si fossero verificate alcune situazioni tali da rendere quasi obbligatoria la scrittura di queste righe. Ecco quindi un “post-pagina” di diario che riassume molto bene argomenti a me cari: amicizia e cammino. Per certi versi si ricollega a post scritti pochissimi giorni fa; i lettori più attenti ed assidui vedranno subito il filo conduttore, agli altri il piacere di scoprirlo.
Lunedì mattina, ore 8.35, chilometro 0 della “ciclabile della Valle Seriana”. Eccoci pronti, io e Rossana, alla partenza: destinazione Clusone, termine della ciclabile, una passeggiata di 31,2 chilometri (… sulla carta).

domenica 19 ottobre 2014

Sentieri puliti! Sentieri puliti?

Andare a trovare gli amici per correre è gratificante: ti fanno sentire a casa, ma allo stesso tempo... ti rendono difficile trovare l'argomento per il post! Sono per la terza volta (da quando gestisco questo blog) alla partenza della “Strasuisio”, gara che si disputa con partenza ed arrivo a Suisio (qui gli amici non hanno fatto nessuna fatica a dare il nome alla gara). Gli amici a cui mi riferisco sono quelli di Podisti Doc Suisio... ma anche tesserati per i Runners Bergamo, quindi doppio motivo per esserci... nonostante il percorso non sia molto digeribile per me. Non mi dilungo qui a descrivere il percorso, visto che l'ho già fatto lo scorso anno (“Ho scalato il fiume Adda” -vedi-), né sull'organizzazione (“A Suisio ho trovato un Porcino” -vedi-); non parlerò naturalmente del pacco gara. Beh, allora? Pazienza, che con un po' di … pazienza e fantasia l'argomento del post si trova. Innanzi tutto un paio di consigli per migliorare la gara. Consigli da amico, poi vedete voi se accettarli.

lunedì 13 ottobre 2014

Tutto iniziò su questa strada!

Presuntuoso! Ecco il primo pensiero che molti lettori abbineranno al titolo. Beh, in effetti potrà sembrare troppo ambizioso o troppo vago cosa è iniziato su questa strada. Come sempre avete ragione. Ridimensioniamo. La mia carriera di maratoneta è iniziata su questa strada.
Era il 3 ottobre 1977 ed “... era una giornata buia e nevosa e lungo il tracciato dell'ex ferrovia intrepidi valligiani di Semonte stavano organizzando una maratona, per la precisione la 'Maratona della Valle Seriana' (chi l'avrebbe mai detto)...” . Il punto più lontano della gara transitava nella pineta di Clusone, pur senza raggiungere il centro del paese; giornata da lupi, con neve ed un freddo cane (...lupo). In certi tratti erano ancora visibili binari e traversine della vecchia ferrovia ormai in disuso.

domenica 5 ottobre 2014

Toc... toc... Comune di Bergamo?

Gran movimento oggi in Valverde (vedi), un quartiere posto alla periferia di Bergamo distante poche centinaia di metri dall'inizio della Via Priula, la via che collegava Bergamo a Morbegno, costruita tra il 1592 ed il 1593. (maggiori dettagli – vedi). Oggi da qui sono passate, nella mattinata, due non competitive che si sono disputate a Bergamo: la “Stramazzi” e la “Quater pas in Valverda”, gara alla quale ho partecipato. Nel pomeriggio è transitato anche il Giro di Lombardia, che ha visto a Bergamo la sua fase finale Tutte le gare sono transitate da Porta Garibaldi, già Porta San Lorenzo. Va bene, cenni storici sulla città, note informative per un buon volantino turistico, ma cosa c'entra con una gara, per di più non competitiva? Ma come, non avete ancora capito che il post sulla corsa... non ha mai, generalmente, come argomento principale la corsa in se stessa? Bene. Subito un rapido accenno alla corsa. Numerose le persone che hanno partecipato; poteva forse essere diversamente?

domenica 28 settembre 2014

Mezza di Bergamo... ancora mezza gaffe. Peccato!

Prima di scrivere questo pezzo ho riletto quello che ho scritto in occasione della prima edizione della “Bergamo Half Marathon”. (vedi). Confermo quello che avevo scritto riguardo al percorso, anche se è leggermente variato: più che veloce panoramico, un ottimo spot per la città! Notevolmente migliorato il servizio consegna e ritiro borse: spazi più ampi, maggior personale e quindi nessun problema sia per la consegna che per il ritiro.

domenica 21 settembre 2014

La Maratona dell'Acqua ha i pacers. Ahi, ahi, pacers!

Chi legge regolarmente i post pubblicati su questo blog che riguardano le maratone sa che non scrivo mai dei miei tempi, delle mie medie, della mia corsa in generale, in quanto credo che non siano di grande interesse per il lettori. Oggi faccio un'eccezione e capirete anche il perché.
Alla partenza della “Maratona dell'Acqua” il gregge delle Pecore Nere è al gran completo; è stata pure formalizzata l'entrata del quarto elemento: il “Mao”. Beh, con quella barbetta sembrerebbe più un caprone, ma visto che siamo buoni diamo anche a lui l'etichetta di “Pecora Nera”!

domenica 14 settembre 2014

Lo yo-yo ed il mistero del Campanile...

Finita l'estate si sta riunendo il gregge delle Pecore Nere, per svernare assieme in qualche località di montagna, direte voi. No, dico io, per raggrupparsi in qualche località dove si corrono maratone. Già da domenica prossima il gregge sarà al completo, anzi con una nuova pecorella … il Mao, per la maratona delle Acque... ma questa sarà una nuova storia tutta da scrivere, pardon, da … correre.
Oggi a Bergamo si disputava la Strabergamo. Sarebbe stata una buona occasione per partecipare e ricordare i tempi in cui tutta la famiglia vi partecipava; mentre io la facevo di corsa, papà con Lisa sulle spalle e Rossana a fianco di Sara ne approfittavano per una camminata per le vie di Bergamo per un giorno invase da festanti podisti e non da inquinanti automobili.

lunedì 8 settembre 2014

Va' dove ti porta il cuore...

Scegliere una gara è cosa importante per molti e molte sono le motivazioni che determinano questa scelta: il percorso, la distanza da casa, la presenza di amici con cui competere, il pacco gara, e chi più ne ha più ne metta. Ieri due erano gli avvenimenti, non dico gare in quanto erano per me molto più di una gara, ai quali avrei voluto essere presente: la fine della corsa dei 100 giorni con il momento in cui Lucio avrebbe tagliato il traguardo “virtuale” della sua performance e la Maratonina di Castel Rozzone. La scelta è stata per la seconda soluzione, per molti validi motivi.

venerdì 5 settembre 2014

Una giornata da ricordare

Corsa dei 100 giorni: 4 settembre. Giornata particolarmente intensa per Lucio; oggi taglia il traguardo ideale di due distanze significative: gli 8.000 chilometri e le 5.000 miglia. Una giornata così poteva forse trascorrere senza organizzare, come di consueto, una gara nella gara? Certo che no! Quale gara pensate che abbia in mente Sir Marathon?... esatto! Proprio una maratona... (Curno 5.000 miles Marathon Race) 105,5 giri di pista in compagnia e per far compagnia al simpatico criceto che ormai vede sempre più avvicinarsi la porticina della gabbia... porticina che ora è semplicemente socchiusa, ma domenica si spalancherà, certo per far entrare i numerosi amici che saranno presenti per festeggiare la mitica impresa, ma che consentirà a Lucio di scappare dal suo volontario esilio!

martedì 26 agosto 2014

26 agosto... tempo da lupi, tempo da Ghost Marathon

Oggi, 26 agosto, si festeggia a Bergamo il Santo patrono: Sant'Alessandro; giornata semifestiva ideale dunque per correre una maratona in compagnia di Lucio. In questa occasione si sarebbe dovuto unire alla compagni Marco, che, avvicinatosi alla corsa affiancando Lucio per molti pomeriggi, ha deciso di rompere gli indugi e di correre la sua prima maratona. Ecco quindi che si prendono accordi per correre la “St Alexander Marathon”, nome assegnato quasi d'ufficio alla nostra ennesima maratona in pista. Partenza alle 5.00 di mattina per poterla terminare prima di mezzogiorno. Visti gli step che Lucio sta facendo per tenere la distanza di 80 chilometri, abbiamo l'opportunità di correre per un paio d'ore prima che il nostro amico scenda in pista.
Ottima soluzione: Marco potrà correre all'inizio e terminare tranquillamente la maratona.